Home - Premio Biennale Città di Ozieri
  


  Home > primo piano > LA XV EDIZIONE DELLA BIENNALE OZIERI RINVIA E RADDOPPIA

LA XV EDIZIONE DELLA BIENNALE OZIERI RINVIA E RADDOPPIA


LA XV EDIZIONE DELLA BIENNALE OZIERI RINVIA E RADDOPPIA

Il presidente P. Aini e il Segretario-ideatore A. Lai danno appuntamento ai Cori per il 2021

In attesa della scomparsa della pandemia, il presidente del “Premio Biennale Città di
Ozieri per Cori Tradizionali Sardi” e il Segretario-ideatore del prestigioso concorso corale,
Antonello Lai, annunciano il rinvio ufficiale della XV edizione del 2020 e danno
l’appuntamento ai Cori polivocali sardi per il 2021. D’intesa con il maestro Antonio Deiara,
anima pentagrammatica della Biennale Ozieri, quest’ultima rinvia l’appuntamento previsto
nell’anno del Covid e raddoppia con un convegno in videoconferenza, dedicato a una
tematica di ampio respiro: "Il ruolo del Canto Tradizionale Sardo e della Lingua Sarda nella
Filiera dell'Educazione Musicale Diffusa".
“Di fronte alla contaminazione delle strutture musicali peculiari della nostra Isola e uniche
in ambito internazionale, ormai dilaganti in non pochi Cori tradizionali sardi, – sostiene
l’ideatore della Biennale, Antonello Lai – Ozieri si è sempre erta quale solido antemurale a
protezione dell’identità culturale dei sardi e della lingua sarda. La musica costituisce il più
efficace strumento di veicolazione della nostra lingua, grazie alla dimensione prosodica
che poi si traduce in composizioni di profonda musicalità ed emozionanti narrazioni
dell’identità e della cultura della Sardegna.”. La Biennale Ozieri vanta, già dal 2013, una
Scuola per Armonizzatori e Direttori di Cori Tradizionali Sardi: si tratta di Corsi finalizzati
alla formazione dei nuovi Maestri, nel rispetto della tradizione ma con una vena innovativa
che conduce la polivocalità della Sardegna verso un futuro ricco di composizioni ed eventi.
“Stiamo lavorando da trentacinque anni – dichiara il presidente Pinuccio Aini – per
salvaguardare la tradizione del canto polivocale sardo, proiettata verso l’innovazione che
la rende sempre viva e protesa verso il futuro. La nuova edizione della Biennale Ozieri
sarà ricca di nuove idee, con le radici forti che solo la conoscenza e la salvaguardia della
tradizione possono dare.”. In attesa di conoscere i nomi dei relatori e i titoli dei loro
autorevoli interventi, il coordinatore della prestigiosa Giuria della Biennale Ozieri, Antonio
Deiara, dichiara: “La dimensione didattica è il lievito madre della cultura: essa permette di
crescere nei decenni e di passare il testimone alle nuove generazioni. Fa riflettere il fatto
che lo stesso Paolo Fresu, quest’anno, abbia lanciato un’iniziativa nelle Scuole a favore
del jazz. Importante che non si tratti del solito auto-colonialismo musicale. Ѐ tempo che la
Sardegna riconosca, concretizzi e sostenga economicamente i progetti che difendono e
affermano con forza la propria identità linguistico-musicale. Senza credere a chi, forse per
guicciardiniano interesse personale, confonde ancora oggi il Tirso, il Temo e il
Flumendosa col Mississipi…”.




TAG: edizione rinviata  

cori




primo piano

 




 
L'Associazione
- atto costitutivo e statuto
Il Premio
- iscrizioni
- edizioni passate
I Documenti
I Cori
- attività della giuria
Stampa e Media
Video
Contatti

Premio Biennale Città di Ozieri per Cori Tradizionali Sardi - Creative Commons License 2021